logo

Benetton – Petrarca

Si può perdere 46-0 ed essere soddisfatti lo stesso? Beh, sì.
Il confronto sul piano fisico e tecnico è improponibile, al risultato è meglio non badare, vediamo invece come è arrivato.
Nel primo minitempo Moretti e Salvan sperimentano giocatori e soluzioni tattiche, con Marcato apertura, Cerioni estremo, Russo all’ala (fermo da un anno) e tanti altri nuovi inserimenti. Il risultato non è incoraggiante, quindi nel secondo e terzo minitempo i tecnici mandano in campo quelli che potrebbero essere già i titolari: Staibano, Bellini, Sarto, Targa, Conforti, Menniti Ippolito apertura e l’estremo Chris Jordaan al debutto.
Abbiamo visto una difesa molto più precisa ed ordinata che ha limitato di molto i danni i termini di punteggio.

Good news:
– Targa, Conforti, Sarto in forma smagliante, pronti a placcare qualsiasi cosa osi avere una palla in mano (se fossi un raccattapalle starei attento!);
– Chris Jordaan: a parte uno svarione su un calcio di liberazione (accecato dai riflettori) ha cominciato a far vedere tutta la sua tecnica in difesa, veloce, preciso, attento ed efficace. Purtroppo non c’è stato spazio per vederlo all’opera in attacco.

Bad news:
– La touch. Averne imbroccata una sarebbe stato bello. Ma anche mezza, sarebbe stata interessanto.
– Marcato zoppicante e con il ghiaccio sulla caviglia.

Terzo tempo all’insegna di polpette, birrette, chiacchiere con la squadra, foto ricordo per qualcuno.

La stagione è ricominciata, the boys are back in town (come cantava qualcuno).

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: